image dsc

Come faremo a sederci assieme?

Sappiamo che anche dopo che l'emergenza globale sarà stata superata, quando non ci sarà più bisogno di indossare le mascherine di protezione, alcune delle abitudini che abbiamo assunto negli ultimi mesi dureranno a lungo. Staremo più attenti a rispettare lo spazio personale degli altri, e a proteggere il nostro.
"Una delle cose da considerare quando valutiamo di quanto spazio una persona abbia bisogno, è il riconoscere che questa distanza viene scelta intenzionalmente dagli individui sulla base di fattori quali le loro precedenti esperienze, background culturali, e il tipo di relazione che hanno con chi sta loro vicino. Per esempio, un individuo  perfettamente a suo agio nelle immediate vicinanze dei propri cari, potrebbe allontanarsi se un collega di lavoro si avvicina troppo. L'osservazione dei confini invisibili stabiliti dalle persone può darci informazioni utili sulle preferenze personali che gli individui hanno" (Psychology Today)
 

Sogno_covid

SOGNO, Sistema di Sedute Componibili, Design DIDA

Secondo la Prossemica, le distanze interpersonali sono quattro: intima (0-60 centimetri), personale (da 60 centimetri a 1,2 metri), sociale (da 1,2 a 3 metri), e pubblica (oltre 3 metri). Il rispetto di questi confini virtuali
 è molto importante nella progettazione degli spazi pubblici, ma anche in quella degli spazi comuni in cui le persone si muovono e stazionano in piedi o sedute. Anche quando i designer applicano questi principi nei loro progetti, come fanno le persone  a controllare che il loro spazio personale non venga violato? Se siamo in piedi abbiamo maggiore possibilità di movimento, e lo spostarci se qualcuno si avvicina troppo non sarà considerato un comportamento "antisociale". Diverso è il caso quando siamo seduti. Una soluzione efficace può essere quella delle sedute che definiscono chiaramente lo spazio personale grazie alla separazione delle sedute e degli schienali..


SA34_Covid

SA34, Sistema di Sedute Modulari, Design Eero Saarinen

Aiutare le persone a riconoscere e rispettare lo spazio degli altri marcando i confini del "personale" è uno strumento utile a metterci a nostro agio quando condividiamo uno spazio o una attività con persone con cui non abbiamo familiarità. Il buon design può fare la differenza in questo ambito.

Change_Covid

CHANGE, Sistema di sedute a configurazione variabile, Design Massimo Imparato

Arabesk_covid

Quando si tratta di condividere uno spazio intimo, non c'é bisogno di definire alcun confine! :) Arrivederci a presto dal team Matrix.

 

 

 

© Matrix International Srl - Partita IVA 00876710526